Notizie dal mercato internazionale: verso un’architettura comune per i sistemi Internet Industrial

Giu 30, 2015
 

Durante l’Industrial Internet Berlin Forum dello scorso Giugno, l’Industrial Internet Consortium (IIC) ha annunciato la pubblicazione del documento “Industrial Internet Reference Architecture”, un insieme di linee guida che definiscono uno standard architetturale aperto per lo sviluppo di sistemi di Industrial IoT.

Il Presidente dell’Industrial Internet Consortium Technology Working Group, Shi-Wan Lin, ha dichiarato che “affinché l’Internet delle cose raggiunga la base di installazione prevista di 50 miliardi di oggetti entro il 2020, gli sviluppatori devono essere in grado di collegare e dimensionare i sistemi velocemente”.

L’obiettivo del Consorzio è quello di identificare i requisiti per gli standard aperti di interoperabilità e definire le architetture comuni per collegare dispositivi intelligenti, macchine, persone, processi e dati. Il documento delinea le caratteristiche principali dei sistemi di Industrial IoT, gli elementi da considerare prima di sviluppare delle soluzioni di questo tipo e un’analisi degli aspetti critici tra cui la Security e la Privacy, l’interoperabilità e la connettività.

L’architettura di riferimento delineata dall’IIC aiuterà gli sviluppatori a decidere quali elementi saranno necessari per lo sviluppo dei sistemi, consentendo implementazioni più rapide, come viene evidenziato dal video “Blueprint for the Industrial Internet”.

L’Internet Industrial Consortium, nato a marzo del 2014 per iniziativa di Intel, Cisco Systems, Ibm, General Electric e At&T, oggi conta circa 170 membri. Il gruppo è stato fondato per aiutare la crescita dell’IoT con una serie di iniziative riguardanti lo sviluppo di applicazioni, la creazione di comunità aperte di sviluppatori, lo sviluppo di architetture di riferimento, di best practice e di requisiti standard che facilitino l’interoperabilità tra gli oggetti.

Il documento può essere scaricato direttamente sul sito dell’Industrial Internet Consortium al seguente link: http://www.iiconsortium.org/IIRA.htm

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Comments are closed.