Infografica: il ruolo dell’IoT visto dall’industria manifatturiera italiana

Giu 30, 2015
 

Nel mese di giugno, NetConsulting cube ha lanciato una web survey rivolta ai decisori delle aziende manifatturiere italiane con più di 250 addetti. Obiettivo della breve indagine è capire quanto le aziende industriali italiane siano pronte ad affrontare l’Internet Industrial Journey che in qualche anno avrà un forte impatto sui modelli di business, di offering e anche su tutta la value chain.

Sono pronte le aziende italiane e i loro imprenditori ad affrontare tutto questo?

Vediamo ed interpretiamo i risultati.

Fig. 1  – La prima domanda è volta a comprendere quanto i responsabili aziendali conoscano e stiano affrontando il tema dell’Internet Industrial. La prevalenza dei rispondenti, pari al 46% circa del panel ha indicato come la propria azienda sia in una fase di studio della tematica e di analisi dei benefici derivanti da una effettiva applicazione del paradigma ai propri processi. Sorprende positivamente il dato relativo a coloro che hanno indicato uno stato più avanzato nel percorso di adozione: quasi una azienda su tre tra le rispondenti (30,8%) ha dichiarato di avere già pianificato l’adozione di qualche forma di Internet Industrial e di essere in fase di scouting della soluzione più adatta alle proprie esigenze. In particolare, sono i comparti delle macchine industriali, dell’alimentare, del siderurgico/metallurgico e dell’automotive a trovarsi in questa fase. Gli early adopters sono il 7,7% del campione: essi dichiarano di essere già nella fase di introduzione della soluzione e in prevalenza appartengono al settore dell’automotive. All’opposto, coloro che dichiarano di non conoscere l’Internet Industrial sono il 15,4%, dato comunque confortante.

Fig. 2   – La seconda domanda è volta a comprendere in quali ambiti le aziende hanno adottato o intendono adottare l’IIoT. Oltre il 90% dei rispondenti ha indicato il controllo del funzionamento dei macchinari, il 77% la gestione preventiva di eventuali malfunzionamenti. Il tema dei costi energetici e dell’integrazione con altri processi quali la logistica e il magazzino sono stati indicati come importanti dal 54% del panel, la raccolta dei dati derivanti dalla produzione dal 38,5%. L’IIOT funzionale all’innovazione di prodotto, indicato dal 15,4% del panel, è una tematica importante in particolare per i produttori di elettrodomestici bianchi. La vision complessiva che se ne ricava è ancora piuttosto concentrata sull’efficientamento della fabbrica e sull’ottimizzazione dell’integrazione con la logistica e il magazzino, manca ancora un approccio olistico all’integrazione e allo scambio dei dati su tutta la value chain così come non si è ancora compreso appieno il ruolo dei dati anche in logica predittiva. Cio’ è tipico di una fase ancora iniziale di introduzione dell’IIOT a cui ne succederà una di maggiore maturità e di maggiore ruolo dei Big Data.

Fig. 3 – Coerentemente con le risposte precedenti, i rispondenti individuano tra i principali benefici dell’Internet Industrial l’ottimizzazione dei processi produttivi, indicata dal 92,3% del panel, mentre il tema dell’energy savings e della capacità di analisi in real time e predittiva è importante per il 61,5% del campione. Il supporto all’R&D e all’innovazione di prodotto è importante per il 15,4% dei rispondenti appartenenti al settore engineering & construction e farmaceutico.

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Comments are closed.